Che cos’è WebRTC? Come funziona ea cosa serve?


Che cos’è WebRTC? Come funziona ea cosa serve?

Da quanto tempo utilizziamo Internet? Per un decennio o due? In effetti, alcuni potrebbero averlo usato anche prima.


Navigiamo in Internet per fare affari, effettuare transazioni online, utilizzare i social media, guardare streaming live, ecc. Inoltre, utilizziamo Internet per chat audio e video in tempo reale utilizzando servizi come Skype, WhatsApp e simili.

Indipendentemente da quanto tempo utilizziamo queste tecnologie, non ci prendiamo mai un momento per capire perché la tecnologia è necessaria o come funziona, a meno che quando incontriamo un problema che ci costringe a scavare in profondità e saperne di più su di essa.

img

Così, cos’è WebRTC? È davvero una di quelle domande (o problemi) che spesso turbano i netizen, specialmente quando si tratta di utenti VPN.

Continua a leggere per scoprire di cosa tratta la tecnologia, come funziona effettivamente e di quali aspetti gli utenti VPN devono essere consapevoli.

Che cos’è WebRTC?

WebRTC è l’acronimo di Web Real-time Communications. Come suggerisce il nome, è una tecnologia che consente la comunicazione peer-to-peer tra browser o dispositivi. La comunicazione può essere in qualsiasi forma, ad es. Condivisione di dati o conversazioni di testo e video in tempo reale.

Un aspetto importante che rende popolare la tecnologia è la sua caratteristica di autogoverno. In altre parole, non richiede plug-in, estensioni o componenti aggiuntivi aggiunti per connettere due peer e consentire la comunicazione in tempo reale. In effetti, non è necessario scaricare WebRTC. Ciò che richiede è solo HTML5, JavaScript o un’API per funzionare sul browser.

In parole semplici, WebRTC consente alle applicazioni Web di eseguire funzionalità come:

  • Condivisione di file
  • Videoconferenze
  • Condivisione dello schermo
  • Broadcasting, ecc.

Come è iniziato WebRTC?

WebRTC è stato avviato come progetto open source nel 2011 da Google e da allora la tecnologia si è evoluta in modo significativo.

Poiché WebRTC è un progetto open source è completamente gratuito e gli sviluppatori di tutto il mondo utilizzano l’API WebRTC per creare diverse app Web. In effetti, i browser gratuiti più popolari come Chrome e Firefox hanno la tecnologia WebRTC integrata.

Ora WebRTC è considerato un mezzo di comunicazione in tempo reale standard dall’Internet Engineering Task Force (IETF) e dal World Wide Web Consortium (W3C).

Cosa rende WebRTC una tecnologia popolare?

Prima dell’avvento della tecnologia WebRTC, gli utenti dovevano perdere tempo a installare e utilizzare plug-in di terze parti. Inoltre, gli sviluppatori hanno dovuto implementare C / C ++ (un linguaggio di programmazione) che richiede tempo e risorse a causa di cicli di sviluppo infiniti.

WebRTC risolve definitivamente tutti quei problemi degli utenti, così come degli sviluppatori. Tutto ciò di cui hai bisogno per eseguire le tecnologie abilitate per WebRTC è un’API WebRTC o un’API JavaScript.

Oltre alle API, WebRTC è integrato in vari browser popolari come Google Chrome, Mozilla Firefox, ecc. È anche importante notare che WebRTC non è limitato ai browser Web, ma la tecnologia si espande anche sul sistema operativo mobile. Ad esempio, è possibile utilizzare WebRTC su Android.

La tecnologia in realtà consente agli utenti di accedere al microfono e alla fotocamera del dispositivo in modo da poter godere della comunicazione in tempo reale. Ora potresti chiederti …

Come funziona WebRTC?

Poiché WebRTC consente la comunicazione in tempo reale o la condivisione dei dati, per connettersi richiede l’IP locale effettivo dell’endpoint. Per comunicare con l’altro browser, la tecnologia richiede RTCPeerConnection. La tecnologia passa quindi attraverso un Session Description Protocol (SDP).

come funziona webrtc

Tuttavia, a causa del coinvolgimento di un firewall o di un attraversamento NAT (Network Address Translation), i due peer non possono vedere l’IP locale dell’altro per connettersi. Qui, i server STUN (Session Traversal Utilities for NAT) / TURN (Traversal Using Relays around NAT) aiutano i peer a connettersi.

A cosa serve WebRTC?

Esistono molti casi d’uso WebRTC che possono variare dalla semplice comunicazione audio o video alla condivisione di file o persino alla condivisione dello schermo, ecc..

WebRTC consente agli utenti di comunicare tra loro tramite il proprio browser Web (come l’utilizzo di Skype o WhatsApp), senza installare alcun plug-in o componente aggiuntivo.

Poiché la tecnologia fornisce la funzionalità di interazione in tempo reale tra i browser, tale capacità può essere utilizzata dall’assistenza clienti in modo che possano rispondere alle domande in tempo reale.

A dire il vero, ci sono un gran numero di servizi che utilizzano la tecnologia WebRTC come modello di business, offrendo servizi di comunicazione in tempo reale basati su browser agli utenti di tutto il mondo.

WebRTC non si limita alla comunicazione online, ma la tecnologia estende il suo utilizzo anche alla condivisione di file e alla condivisione dello schermo.

WebRTC è sicuro??

Quindi, ti starai chiedendo: “WebRTC è sicuro?”. Sì, WebRTC è sicuro in quanto utilizza la crittografia end-to-end. Di conseguenza, nessuna terza parte può comparire per vedere i tuoi dati. Ma se stai usando una VPN, la cattiva notizia è che WebRTC potrebbe perdere il tuo indirizzo I.P..

Cos’è la perdita di WebRTC e perché gli utenti VPN dovrebbero temerla?

Mentre WebRTC offre numerosi vantaggi, la perdita di WebRTC è un problema tecnico che interessa i browser Firefox e Chrome su Windows. Pertanto, se un utente si trova dietro una VPN e la VPN non è protetta da perdite WebRTC, il problema tecnico potrebbe perdere il vero indirizzo IP dell’utente. In effetti, puoi facilmente verificare se il tuo browser sta perdendo il tuo indirizzo IP o meno.

Dritta! Il tuo browser potrebbe perdere il tuo indirizzo IP clicca qui per saperne di più.

Se si perde il vero indirizzo IP, l’utente sarebbe esposto alla sorveglianza del governo, al monitoraggio dell’ISP, agli hacker o ad altri criminali informatici.

Gli utenti utilizzano una VPN non solo per eludere il contenuto non disponibile nella regione, ma anche per rendere sicuri i propri dati online, ciò è possibile attraverso i protocolli di crittografia della VPN. Quindi, una VPN non solo fornisce ai suoi utenti l’anonimato ma anche una completa sicurezza online.

È per questo che gli utenti cercano di trovare modi per prevenire la perdita di WebRTC.

Come evitare le perdite di WebRTC?

Poiché la perdita WebRTC è una seria preoccupazione per gli utenti VPN, è importante che la questione venga risolta immediatamente. Fortunatamente, ci sono misure preventive attraverso le quali è possibile disabilitare la fuga WebRTC su Firefox e sul browser Chrome.

 Scopri come prevenire le perdite di WebRTC nei browser Firefox e Chrome.

Poiché la tecnologia non è stata implementata su tutti i browser Web comunemente utilizzati, gli utenti potrebbero dover attenersi ai mezzi non WebRTC per comunicare con i propri cari.

Indipendentemente da ciò, per gli utenti VPN, la perdita WebRTC può tradursi in enormi problemi, motivo per cui è necessario che adottino le misure necessarie per prevenire la perdita.

Vuoi rivendicare la tua privacy online? Potresti voler controllare le guide seguenti:

no-log-img

PureVPN è certificato No-Log!

La politica No-Log di PureVPN è stata convalidata da uno dei principali revisori indipendenti con sede negli Stati Uniti. PureVPN non è solo il provider VPN No-Log verificato più veloce, ma anche verificato!

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me