Come nascondere la cronologia del browser dall’ISP


Come nascondere la cronologia del browser dall’ISP

Il guinzaglio è stato tolto agli ISP, consentendo loro di utilizzare i nostri dati personali a loro piacimento e ricavarne grandi somme.


Le regole FCC dell’era Obama sono state annullate e sostituite con la nuova legge anti-privacy. Secondo il nuovo disegno di legge, gli ISP sono ora autorizzati a registrare tutte le attività che facciamo online o sulle app che utilizziamo e a vendere tali dati al “miglior offerente”.

Quel che è peggio è che non c’è modo di sapere a chi venderebbero le informazioni.

Come nascondere la cronologia di navigazione dall'ISP

Cosa significa questa raccolta di dati per gli utenti …

Per i principianti, gli ISP possono tracciare ogni pagina Web che visitiamo e tutte le nostre attività su tali siti Web.

Passando, avrebbero venduto le informazioni personali a società di marketing o altre organizzazioni di terze parti.

Le società di marketing smantellerebbero i nostri dati, eseguiranno varie analisi su di essi e utilizzerebbero i risultati per ottenere informazioni sulla nostra vita quotidiana.

Ad esempio, se cerchiamo immagini di bouquet, gli ISP vedrebbero quella query come nostro interesse e ci pubblicano annunci che corrispondono a tale interesse come annunci relativi a negozi di bouquet, bouquet per matrimoni, ecc..

Indipendentemente da ciò, essere spammati da annunci mirati è solo una parte della preoccupazione.

L’altra parte è che non possiamo essere esattamente sicuri che l’ISP non utilizzerà le nostre informazioni personali per altri motivi oltre a venderle a società di marketing.

Quindi, cosa significa questo per noi?

Non possiamo più mantenere privata la cronologia del browser e quindi non possiamo mantenere la nostra privacy online non violabile.

Oppure possiamo?

Che cos’è il monitoraggio ISP?

Il monitoraggio ISP si riferisce alla pratica di un ISP che raccoglie e registra i dati relativi alle attività e alle connessioni online. Sai cosa significa? Tutto, dalle preferenze del browser alla cronologia delle ricerche, può essere facilmente visualizzato e documentato dal tuo provider Internet.

Perché il tuo ISP ti sta seguendo?

Esistono diversi motivi per cui gli ISP lo fanno, tra cui:

  • Per vendere i tuoi dati personali

    Il tuo ISP può trarre profitto dai dati raccolti vendendoli agli inserzionisti che offrono l’offerta più alta. Quando queste aziende combinano queste informazioni con i dati che hanno già sulla tua navigazione e abitudini di acquisto, sono in grado di trovare modi più intelligenti ma intrusivi per indirizzarti.

    Sebbene questa pratica possa sembrare estremamente illegale, la verità è che è perfettamente accettabile in alcuni paesi. Anche nei paesi in cui ciò potrebbe non essere consentito, non c’è nulla che garantisca agli ISP di non concludere accordi con società pubblicitarie dietro le quinte.

  • Aderire alle leggi sulla conservazione dei dati

    In molti paesi del mondo, gli ISP sono legalmente tenuti a conservare i dati Internet dei clienti per un determinato periodo di tempo. Questo viene quindi reso disponibile alle forze dell’ordine se e quando è necessario per un’indagine.

    Ciò svolge un ruolo importante nella lotta contro il terrorismo e i crimini, ma impedisce anche agli informatori e ai giornalisti di mantenere il loro anonimato. Inoltre, ci sono buone probabilità che molti cittadini comuni vengano sorvegliati senza una ragione ovvia.

  • Per monitorare l’utilizzo P2P

    La condivisione di file è illegale in molte parti del mondo e nelle regioni con rigide leggi sul copyright, gli ISP devono monitorare le connessioni degli utenti per assicurarsi che non si impegnino in attività di torrenting. Se vieni sorpreso a scaricare torrent, ti verrà inviata una notifica di violazione del copyright e di conseguenza potresti dover pagare multe enormi o persino essere portato in tribunale!

  • Per limitare la larghezza di banda

    Alcuni ISP fanno affidamento sui dati di connessione dei propri utenti in modo da limitare la larghezza di banda, che è definita come il rallentamento intenzionale della velocità di Internet. Affermeranno che ciò viene fatto per ridurre la congestione della rete, ma la maggior parte degli ISP utilizza la limitazione della larghezza di banda per convincere gli utenti a passare a un abbonamento più costoso o a pagare un nuovo piano dati più costoso.

Perché dovresti preoccuparti?

Bene, la risposta non potrebbe essere più semplice, perché è in gioco la tua privacy! Tutto ciò che fai su Internet (i siti web che visiti, i servizi che usi, i file che scarichi, ecc.) Viene costantemente guardato da qualcuno, che oltre ad essere una grave violazione della privacy sembra anche piuttosto strano.

Sarai anche preso di mira con annunci personalizzati in base ai tuoi gusti e interessi. Ad alcune persone non dispiace essere pubblicizzati, ma ammettiamolo: i diversi modi in cui gli inserzionisti monitorano il tuo comportamento su tutti i siti Web sono semplicemente sbagliati!

Ma non è tutto. Se fai affidamento sul torrenting per ottenere l’accesso ai file di cui hai bisogno, potresti entrare in acqua calda legale e se trascorri lunghe ore in streaming, download o giochi, potresti benissimo essere soggetto a limitazione della larghezza di banda.

Quali dati possono vedere il tuo ISP?

Poiché gli ISP assegnano al tuo dispositivo un indirizzo IP e sanno a quali indirizzi IP ti stai collegando, possono vedere praticamente tutto ciò che fai su Internet. Tuttavia, farlo diventa ancora più semplice per il tuo ISP se i siti web a cui stai accedendo utilizzano HTTP e non HTTPS, il che crittografa i dati inviati tra te e il sito.

Il tuo ISP può vedere le seguenti cose:

  • La geolocalizzazione del tuo cellulare
  • La tua cronologia delle ricerche
  • La tua transazione di criptovaluta
  • La tua cronologia di navigazione
  • Le tue comunicazioni non crittografate
  • Le tue password (se digitate in siti Web non crittografati)
  • I tuoi download

Come impedire al tuo ISP di rintracciarti?

Ora che sai che i tuoi ISP stanno guardando, potresti chiederti come limitare, se non sradicare, la loro capacità di rintracciarti. Realisticamente parlando, non possiamo combattere con gli ISP o supplicarli di non utilizzare le nostre informazioni personali per i loro guadagni. Tuttavia, ciò che possiamo fare è nascondere la cronologia del nostro browser agli ISP e rendere le nostre attività online completamente anonime.

Fortunatamente, ci sono alcuni modi in cui possiamo fare questo.

  • Usa Tor

    Se vuoi nascondere la cronologia di navigazione dagli ISP, puoi iniziare con Tor. Sebbene Tor non sia sicuro al 100%, è comunque una buona opzione.

    Tor è un client browser che ti consente di mantenere la cronologia delle ricerche web anonima dagli occhi indiscreti degli avidi ISP. Offre un’esperienza di navigazione crittografata, che ti consente di nascondere la tua attività di navigazione da essere tracciata o monitorata da terze parti.

    Tuttavia, Tor non riesce a crittografare qualcosa di diverso dal browser. Ad esempio, Tor non può impedire agli ISP di tracciare le informazioni personali estratte dalle app che scarichiamo e utilizziamo.

    Allo stesso modo, Tor non può proteggere i dispositivi IoT (Internet of Things) nelle nostre case.

    Inoltre, alcuni ISP potrebbero non consentire nemmeno ai client Tor. Possono persino vietare la connessione Internet se si rileva che il traffico viene instradato da Tor.

  • Usa l’estensione del browser HTTPS

    Un’altra opzione praticabile che è possibile utilizzare per nascondere la cronologia del browser dagli ISP è l’estensione del browser HTTPS. È un ottimo strumento per impedire al browser di perdere qualsiasi attività svolta su un sito Web.

    Il compito dell’estensione HTTPS è crittografare tutti i siti Web visitati. Il tuo ISP, ovviamente, sarebbe a conoscenza dei siti web che visiti, ma non saprebbero mai l’attività che stai facendo lì.

    Supponiamo ad esempio che visiti un sito Web di streaming. L’ISP può tracciare che l’utente ha visitato il sito Web di streaming, ma non può tracciare quali video sono stati guardati o le query di ricerca sono state utilizzate.

  • Usa una rete privata virtuale (VPN)

    Usare una VPN è come mettere la tua crittografia su steroidi.

    Una rete privata virtuale ti consente non solo di nascondere la cronologia del browser agli ISP, ma anche di nascondere tutte le tue attività online da hacker, furti di dati, ficcanaso, ecc..

    La VPN protegge non solo il tuo browser, ma il tuo computer stesso, gli smartphone che usi, il tuo laptop e in effetti i dispositivi IoT che hai in casa.

    Quando ti abboni a un servizio VPN, crittografa la connessione di rete che collega tutti i dispositivi della tua casa a Internet.

    Le VPN ti consentono di utilizzare IP anonimi (Internet Protocol) per navigare in siti Web. Utilizzando un IP proveniente da un Paese diverso, induci il tuo ISP a pensare che al sito Web si acceda da una fonte o regione diversa e non da casa tua.

    Oltre a ciò, VPN crittografa la tua connessione di rete con crittografia AES a 256 bit. La crittografia di livello militare ti consente di utilizzare Internet in tutta tranquillità.

    Con il più alto livello di crittografia fornito da una VPN, puoi fare acquisti online o effettuare transazioni online senza alcuna preoccupazione.

PureVPN – Una VPN affidabile per proteggere la tua privacy!

Utilizziamo la crittografia AES a 256 bit per proteggere i tuoi dati personali da terze parti come ISP, inserzionisti e criminali informatici. Per finire, il tuo vero indirizzo IP viene anche sostituito con uno dei nostri oltre 300.000 IP univoci, rendendo impossibile che le tue attività online siano ricollegate a te.

PureVPN rispetta il tuo diritto alla privacy e segue una rigorosa politica di non accesso per mantenerti il ​​più anonimo possibile. Sono disponibili app per tutte le principali piattaforme e una generosa garanzia di rimborso di 31 giorni garantisce che il tuo investimento rimanga protetto.

Con noi al tuo fianco, ottieni anche l’accesso illimitato a una suite di funzionalità premium come Protezione perdite da DNS, Internet Kill Switch, Protezione perdite WebRTC, ecc. Che portano la tua privacy online a un livello completamente nuovo.

Richiedere la privacy

Parola finale

La nuova legge sulla privacy della banda larga è solo l’inizio dell’era della privacy. Per sopravvivere meglio in questa era, dobbiamo essere proattivi nel proteggere la nostra privacy. Fortunatamente, abbiamo sopra strumenti come una VPN per mantenere sicure le nostre reti domestiche e la privacy della nostra famiglia nascosta da occhi indesiderati.

Vuoi rivendicare la tua privacy online? Potresti voler controllare le guide seguenti:

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map